top of page
  • Immagine del redattoreRoberta

6 modi per individuare e coltivare i talenti di tuo figlio

Aggiornamento: 6 gen 2020

Fortunatamente, non abbiamo bisogno di costosi test per scoprire quali attività catturano l'attenzione dei nostri figli, stimolano la loro immaginazione e li esaltano così tanto che le eserciteranno senza che gli venga detto di farlo. Dobbiamo solo osservare.


"I genitori vogliono moltissimo che i loro figli abbiano successo in vari modi - e i bambini vogliono più di ogni altra cosa piacere agli adulti, motivo per cui resteranno fedeli alle cose per molto tempo anche se non gli piacciono". dice l'ex dirigente scolastica Jennifer Fox, autrice del libro "Your Child's Strengths: Discover Them, Develop Them, Use Them". Questo ciclo in realtà impedisce ai bambini di sviluppare i loro talenti e interessi innati, secondo Fox. Per coltivare le loro abilità naturali, "i genitori devono prendere nota delle cose che i loro figli scelgono di fare quando non devono piacere a nessuno".


Ho iniziato ad interessarmi a questo argomento dopo aver letto vari articoli in rete sull'argomento. In particolare uno secondo cui non sarebbe giusto lodare in modo sproporzionato o immotivato i figli. Il motivo se ci pensiamo è evidente: se il risultato ottenuto in qualsiasi cosa è ottimo anche senza il minimo impegno, il messaggio che passa è che non serve impegnarsi. Questo non rafforza la loro autostima, bensì li espone ad una doccia fredda che prima o poi arriverà, generalmente in età scolare, fuori dall'ambiente familiare e protetto. Ho quindi chiesto a nonni e papà di lodare lo sforzo piuttosto che il risultato... Questo spesso mette in crisi anche me, ma tant'è. Ci credo e ve lo ripropongo. Ovviamente questi sono solo i motivi "casalinghi" che mi hanno fatto avvicinare a questi temi... ce ne sono poi di professionali, ma ve ne parlerò semmai in un altro post.


Partendo da questa riflessione di fondo, ecco sei modi per scoprire - e coltivare - i talenti naturali di nostr@ figli@.


Abbraccia il bambino che hai

Tutti noi facciamo grandi sogni per i nostri figli, ma è importante riconoscere che ogni bambino è unico con le proprie ambizioni, desideri e obiettivi.


Abbracciare il bambino che hai significa fare del nostro meglio per mettere a tacere ciò che pensiamo (e più spesso, ciò che la società ci dice) che significhi avere successo. Significa lasciar andare i paragoni con il bambino della porta accanto, la figlia del tuo migliore amico o persino il bambino che immagini sia tuo figlio.


Siediti e osserva

Puoi avere la tentazione di iscrivere tuo figlio a calcetto perché hai giocato in seconda divisione al liceo o di spingere tua figlia a fare ginnastica artistica perché una volta avevi l'ambizione di gareggiare alle Olimpiadi. Ma è importante essere attenti a ciò a cui i nostri bambini sono interessati e a cui si avvicinano naturalmente.


Per esempio:


  • Ti capita spesso di trovare tua figlia che disegna con i pastelli a cera o è più probabile che corra in cortile e calci un pallone da calcio?

  • A tuo figlio piace costruire castelli e strade con le costruzioni o è più probabile trovarlo con la testa in un libro?

  • O forse trovi frequentemente i tuoi figli che contano oggetti, trovano schemi e mettono alla prova le loro abilità matematiche?

  • Dopo aver fatto queste osservazioni, cerca materiali e attrezzature che possano aiutare tuo figlio ad esplorare ulteriormente i propri interessi. Potrebbe anche avere senso iscrivere tuo figlio a una lezione di prova. Parla con tuo figlio delle opzioni disponibili nella tua zona e poniti con l'atteggiamento semplicemente di scoprire in questo modo se tuo figlio è interessato a proseguire con quell'attività.


Lasciali liberi

I genitori possono sentire la pressione di caricare i pomeriggi di tante attività doposcuola, corsi, laboratori ecc. per scoprire quale si addica. Ma uno dei modi migliori per i bambini di scoprire ciò che amano è avere la libertà e il tempo semplicemente di esplorare.


È attraverso l'esplorazione che i tuoi figli si imbatteranno nei loro interessi. Sicuramente le attività strutturate hanno un loro peso (ma generalmente già la scuola ne propone), ma dare ai bambini lunghi tempi di inattività permetterà loro di sviluppare il senso del desiderio: pensare a ciò a cui sono maggiormente interessati quando spetta loro decidere.


Il gioco non strutturato, possibilmente in natura, giova ai bambini in molti modi oltre alla semplice scoperta di ciò che amano fare. Ho un sacco di materiale raccolto negli ultimi anni su questo: ho in mente un post su come accompagnare il gioco libero in natura!


Non aspettarti troppo troppo presto

Certo, ci sono grandi pianisti che hanno iniziato a studiare all'età di quattro anni ma non tutti trovano la loro passione durante l'infanzia.


In effetti, i dati che ho raccolto mostrano che i bambini non sono pronti per riflettere e pensare al loro futuro fino agli anni della scuola media. Quindi, fino a quando i bambini non raggiungono questo traguardo, prova semplicemente a esporli a diverse attività, dopodiché interessati a ciò che li interessa.


Favorire una mentalità di crescita

I bambini che hanno una mentalità di crescita hanno maggiori probabilità di correre rischi e provare nuove cose, aprendosi quindi alla possibilità di trovare l'unica cosa o le cose di cui si sentono appassionati. Per saperne di più sullo sviluppo di una mentalità di crescita nei bambini, leggi il libro che ha coniato la frase: Mindset: The New Psychology of Success.


Vi scriverò prossimamente tre modi in cui i genitori possono instillare una mentalità di crescita.


Sapere quando spingere e quando trattenersi

Una delle cose più difficili per i genitori che sostengono gli interessi dei loro figli è distinguere quando un bambino sta rinunciando a qualcosa solo perché lo considera troppo difficile o perché non gli piace davvero.


Può aiutare parlare con insegnanti e istruttori per vedere cosa osservano. È possibile che tuo figlio abbia appena iniziato a lavorare su un brano musicale particolarmente complicato o che improvvisamente stia trovando lo sport scelto più impegnativo. In questo caso, gli istruttori e gli insegnanti dovrebbero avere consigli sul modo migliore per incoraggiare e sostenere il bambino attraverso questa fase di stallo.


Ma se tuo figlio sembra semplicemente non interessato - anche se ha un talento eccezionale - spingerlo a continuare un'attività potrebbe alla lunga portargli risentimento per non esser stato lasciato libero di scegliere per sé.

Anche se potrebbe essere straziante vedere tuo figlio rinunciare a un'attività in cui ha talento, è possibile che sospendendo l'attività il bambino possa rendersi conto che gli piace davvero. Oppure potrebbe invece scoprire un'altra attività che ama ancora di più.


Oggi mio figlio ha per la prima volta visto dei giocatori di baseball e mi ha chiesto se poteva provare. Non vi dico l'odissea per riuscire ad entrare nel campo, con l'altro figlio zuppo di acqua di fiume e fango, raggiungere l'istruttore che mi ha detto che alla sua età organizzano un'attività chiamata "batti e corri", che si fa non nel campo stupendo vicino casa dove eravamo, ma nella palestra di una scuola a mezz'ora da noi... volevo scomparire, ma oramai non potevo più tirarmi indietro... Batti e corri, arriviamo!


898 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page